Dal Kriegsspiel ad Advanced Dungeons & Dragons. Parte 1.

24 Nov, 2015 | Approfondimenti, Studi e saggi

di Andrea Giovannucci ///

Se è vero che attraverso i giochi è possibile comprendere alcuni aspetti della società che li ha prodotti, è anche vero che alcuni giochi più di altri riescono a trasmettere più compiutamente informazioni relative all’epoca in cui vengono giocati. Si può dire che i giochi nascono e si propagano sulla scorta della temperie culturale che anima la civiltà che fa loro da culla ed essi mantengono una “impronta” del clima entro cui si sviluppano. Per quanto riguarda l’epoca contemporanea, e più segnatamente gli anni che vanno dall’ultimo trentennio del secolo scorso fino ai giorni nostri, la forma ludica che “parla” più dichiaratamente la lingua della contemporaneità è senza dubbio il gioco di ruolo nelle sue varie accezioni e modalità. Giampaolo Dossena nella sua Enciclopedia dei giochi, strumento prezioso per lo studioso italiano, alla voce “giochi di ruolo” scrive: “Nella storia dei giochi, come la conosciamo per gli ultimi 4000 anni, i giochi di ruolo rappresentano certamente una novità assoluta e, secondo alcuni, un’ultima spiaggia dove il gioco tradizionale sfuma e si trasforma in letteratura e psicologia” (Dossena 1999).

Giovannucci, A., 2008, Dal Kriegsspiel ad Advanced Dungeons & Dragons. Aspetti evolutivi del gioco di ruolo nella società, in Storia e Futuro, rivista di storia e storiografia, n.17, Giugno 2008.

Qui l’articolo completo

 

Share on